search
top

Manifestazione Nazionale Antirazzista

ROMA 17 OTTOBRE 2009
Piazza della Repubblica, ore 14.30

Il 7 ottobre del 1989 centinaia di migliaia di persone scendevano in piazza a Roma per la prima grande manifestazione contro il razzismo. Il 24 agosto dello stesso anno a Villa Literno, in provincia di Caserta, era stato ucciso un rifugiato sudafricano, Jerry Essan Masslo.
A 20 anni di distanza, il razzismo non è stato sconfitto, continua a provocare vittime e viene alimentato dalle politiche del governo Berlusconi. Il pacchetto sicurezza approvato dalla maggioranza di centro destra risponde ad un intento persecutorio, introducendo il reato di “immigrazione clandestina” e un complesso di norme che peggiorano le condizioni di vita dei migranti, ne ledono la dignità umana e i diritti fondamentali.
Questa drammatica situazione sta pericolosamente incoraggiando e legittimando nella società la paura e la violenza nei confronti di ogni diversità.
Intanto, nel canale di Sicilia, ormai diventato un vero e proprio cimitero marino, continuano a morire centinaia di esseri umani che cercano di raggiungere le nostre coste.
E’ il momento di reagire e costruire insieme una grande risposta di lotta e solidarietà per difendere i diritti di tutte e tutti rifiutando ogni forma di discriminazione e per fermare il dilagare del razzismo.
Pertanto facciamo appello a tutte le associazioni laiche e religiose, alle organizzazioni sindacali, sociali e politiche, a tutti i movimenti a ogni persona a scendere in piazza il 17 ottobre per dare vita ad una grande manifestazione popolare in grado di dare voce e visibilità ai migranti e all’Italia che non accetta il razzismo sulla base di queste parole d’ordine׃

>No al razzismo
>Regolarizzazione generalizzata per tutti
>Abrogazione del pacchetto sicurezza
>Accoglienza e diritti per tutti
>No ai respingimenti e agli accordi bilaterali che li prevedono
>Rottura netta del legame tra il permesso di soggiorno e il contratto di lavoro
>Diritto di asilo per rifugiati e profughi
>Chiusura definitiva dei Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE)
>No alla contrapposizione fra italiani e stranieri nell’accesso ai diritti
>Diritto al lavoro, alla salute, alla casa e all’istruzione per tutte e tutti
>Mantenimento del permesso di soggiorno per chi ha perso il lavoro
>Contro ogni forma di discriminazione nei confronti delle persone gay, lesbiche e transgender.
>A fianco di tutti i lavoratori e le lavoratrici in lotta per la difesa del posto di lavoro

Comitato 17 ottobre
www.17ottobreantirazzista.org
Per adesioni: comitatoroma17ottobre@gmail.com

Da Pordenone partirà una corriera organizzata da Rifondazione Comunista, ARCI e CGIL, che partirà verso le 05:00 del giorno sabato 17 ottobre, con rientro previsto per le 02:00 circa del giorno domenica 18 ottobre.

Questi i numeri di riferimento:

Michele Negro 3384475550

Fabio Passador 347 4716923

EL CHE VIVE!

Comitato Mandamentale Sacile  

con il patrocinio

Comune di Budoia

ARCI “Porto Alegre” pedemontana occidentale, ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina,

Ass. Naz. Italia-Cuba Circolo pordenonese “Gina Donè”

 

 

EL CHE VIVE!

 

Budoia - venerdi 9 ottobre ore 20.30

Teatro Dardago

Programma:

  • saluti del Presidente A.N.P.I.

  • Saluti del Sindaco di Budoia

  • relazione M.Volpedo – storico

 

proiezione video, musica e birra …

Venerdì 9 ottobre sciopero generale

Per informazioni: www.fiom.cgil.it

Coordinamento CONTROLAGUERRA

Fuori da ogni finzione e demagogia di questo governo e del precedente, la guerra sta mostrando il suo vero volto:

 

  • quasi 50.000 le persone uccise in Afghanistan dal settembre 2001 ad oggi e centinaia di migliaia quelle ferite. La maggioranza, sono civili: donne, bambini, persone inermi

 

  • la spedizione militare in Afghanistan è costata finora ai contribuenti italiani, oltre due miliardi e mezzo di euro. Per la più che propagandata ricostruzione dell’Afghanistan, l’Italia ha speso fino ad ora circa 40 milioni di euro

 

  • l’unico risultato dell’esportazione della democrazia in Afghanistan, è l’elezione del presidente fantoccio degli americani, Karzai, eletto dal 18% della popolazione

 

  • nessun obiettivo è stato raggiunto: né il miglioramento dei diritti delle donne, prive di libertà e con il burqa calzato esattamente come prima, né maggior democrazia visto che la sharia è divenuta legge, né la sconfitta del narcotraffico (la produzione di oppio è aumentata esponenzionalmente), nè la lotta al terrorismo, visto il moltiplicarsi dei sanguinosi attentati e delle vittime

 

  • le guerre, dalla Palestina ai Balcani all’Iraq all’Afghanistan ad altri conflitti meno visibili, producono terrore e vittime, ingiustizie e miseria, e creano un clima di insicurezza e allarme continuo per tutti,  occidente compreso, vista la sua responsabilità nei conflitti

 

  • i vari governi italiani, hanno consapevolmente messo in campo vite e sangue di migliaia di soldati, proletari disoccupati del sud soprattutto, ingigantendo la spesa (sesta al mondo) per esercito e armi,  tagliando sanità, istruzione, servizi sociali, salari e pensioni, per guadagnarsi qualche fetta della spartizione delle ricchezze mondiali

 

E’ ORA DI DIRE BASTA, CHIEDIAMO IL RITIRO IMMEDIATO DELLE TRUPPE OCCUPANTI DALLAFGHANISTAN, A PARTIRE DA QUELLE ITALIANE 

troviamoci per dirlo insieme 

VENERDI 2 OTTOBRE  dalle ore 18.00

presidio in P.tta Cavour a Pordenone

 

Rete di Solidarietà

CIRCOLO ARCI “Tina Merlin”
Montereale Valcellina
Con sede in Via Ciotti, n. 11 a Montereale Valcellina, c.a.p.33086 (PN) ITALIA
C.F. 90007560932  Telefono 0427799685 e-mail arcimontereale@libero.it  www.arcitinamerlin.it

    Stiamo cercando di mettere in piedi una “rete di solidarietà” per affrontare le emmergenze legate alla presenza sul nostro territorio di persone in difficoltà e bisognose di aiuto morale e materiale. Ci piacerebbe che questa iniziativa umanitaria veda l’adesione e il contributo di molte/i sensibili e disponibili ad affrontare le varie situazioni, in particolare quelle a noi più vicine e/o conosciute.  

    A seguito della riunione di Venerdì 18 Settembre u.s.. i presenti hanno costituito la “Rete di solidarietà 2009”, si ritiene importante allargare ad altri al fine di aumentare il numero degli interessati.
    Oltre ad affrontare i problemi contingenti e urgenenti, si è deciso di avviare una serie di iniziative che permettano di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema del disagio e dell’integrazione, inoltre si è deciso si cominciare la raccolta di un fondo per venire incontro alle spese collegate alla regolarizzazione di alcune situazioni già in corso di definizione, mettendosi in contatto con la sede del circolo.
    Si ritiene importante che l’adesione di singoli e/o associazioni, sia di tipo “collaborativo” e “propositivo”.
    La sede il circolo Arci “Tina Merlin”, è stata indicata come sede della Rete.
   
 
Per saperne di più, potete telefonare e/o incontrarci presso il Circolo Arci in orario di apertura (Martedì, Venerdì e Sabato dalle ore 18,30 alle ore 20,00) o al numero di Telefono 0427799685, www.arcitinamerlin.it.

La Rete di Solidarietà si incontrerà ogni venerdì, salvo iniziative di rilievo nel territorio, presso il Circolo ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina per una cena di solidarietà. 

Foto della repressione in Honduras

 

Filò Partigiano – racconti e musiche della Resistenza

 

Comitato per il 25 aprile - Pordenone

 

in collaborazione con:

A.N.P.I.– San Vito al Tagliamento

e il patrocinio del comune di

San Vito al Tagliamento (PN)

presentano

Sabato 26 settembre 2009 ore 17,30

presso la loggia comunale

di San Vito al Tagliamento (PN)

Filò Partigiano

racconti e musiche della Resistenza

Incontro tra i protagonisti della lotta di Liberazione al nazifascismo,

che, come secondo la tradizione dei filò contadini di un tempo, ci

racconteranno della loro vita durante il fascismo, la partecipazione alla

Resistenza, la Costituzione ed il dopoguerra. Il tutto intrervallato dalle

canzoni che hanno accompagnato le loro gesta.

Moderatore:Sigfrido Cescut (ANPI Pordenone)

Interverrà: Umberto Lorenzoni (ANPI Treviso)

Partigiani: Dino Candusso, Mario Bettoli e Antonio Piasentin

Musicisti: Paolo “Papi” Giacomello, Giacomo Zanier, Gregorio Busatto

Aderiscono all’iniziativa:

Circolo ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina

Circolo ARCI CRAL di San Vito al Tagliamento

Collettivo AUT

per info: comitatoperil25aprile@gmail.com

Comitato per il 25 Aprile

 

L’Arci aderisce all’appello sulla libertà di informazione promosso da Cordero, Rodotà e Zagrebelsky

Istigazione all’odio razziale: l’Arci denuncia la Lega e Renzo Bossi

La lotta dura paga!

Pagina 19 di 30« Prima...10...1718192021...30...Ultima »