search
top

La Madona de agost “da curtì a curtì” 2011

Sabato 13 agosto:
 
Menu siciliano

 
- Primo piatto: anelletti al forno alla palermitana;
- Secondo piatto: arancini siciliani e panelle;
 
 
Domenica 14 agosto:
 
Menu Brasiliano in collaborazione con l’Associazione “Tribo Unida Italia A.S.D”
 
-  Pimo piatto-Moqueca di peixe com vatapà: nasello, vatapà, kiabada, riso;
- Contorno-Salpicào (insalata di pollo): Petto di pollo, carote, mais, mele, uvete, cappuchio, patate, pepe; 
 
 
Lunedì 15 agosto:
 
Menu vegetariano in collaborazione con l’Associazione MODO di Cordenons (PN)
 
 
- Primo piatto: parmigiana (barbabietole, pomodoro, mozzarella e melanzane);
- Secondo Piatto: carpaccio di zucchine e peschenoci, gnocchetto di ricotta ed erbette, polpetta di zucchine, purea di rape);
- Contorno: humus;
 
 
Ogni sera è disponibile il caffè eco-solidale de L’Altrametà di Pordenone!
 
 

Moon Splash 2011

 

L’organizzazione del MoonSplash 2011: l’Ass. TRIBO UNIDA CAPOEIRA ITALIA A.S.D., l’Arci Hybrida e PropitQmò,

con la preziosa collaborazione del gruppo TUTTLE.it, Ass. Il Cantìr, Radio Onde Furlane e Arci Tina Merlin

PRESENTANO:

 (continua…)

Festa della Musica 2011 per EMERGENCY

 

SABATO 18 GIUGNO dalle ore 18:30 in poi

presso la struttura Polifunzionale in via Stazione a Montereale Valcellina (PN)

FESTA DELLA MUSICA 2011

e della vittoria al Referendum per EMERGENCY

 

suoneranno:

ENTHEOS - pizzica e taranta salentina

 

DJ RICHARD - from Velvet Rock Club

 

 

Funzioneranno fornitissimi chioschi con panini caldi

ed un banchetto informativo di Emergency a cui andrà l’incasso della serata

SIAMO ANCHE SU FACEBOOK!

Giorgio Cremaschi ospite dell’ARCI!

Referendum del 12 e 13 giugno

“GOCCE DI RINO”

SABATO 14 MAGGIO 2011 ORE 21:30

presso il Circolo ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina (PN)

 

Concerto/tributo a Rino Gaetano con Danilo Scortichini, nipote del cantautore, che per l’occasione suonerà anche all’Hosteria Civiltà Contadina di Aiello del Friuli (UD), venerdì 13 maggio ore 21:30.

Per info: facebook.com/hosteria.contadina

E la fondamentale collaborazione del

Circolo ARCI “Sandro Pertini” di Cervignano del Friuli (UD)

 

 

 (continua…)

Il 12 e 13 giugno al referendum vota Sì!

 

Corso di djembè e corso di danza africana

Corso di djembè e corso di danza africana

 

 L’Associazione Culturale Africa Chiossan organizza a Montereale Valcellina (Pn) presso il Polifunzionale di via Stazione un Corso di djembè (percussioni) e un Corso di danza africana.

I corsi inizieranno mercoledì 04 maggio e termineranno mercoledì 06 luglio 2011.

Corso di danza dalle 20:00 alle 21:00

Corso di Djembè dalle 21:00 alle 22:30

I corsi avranno la durata di 10 lezioni.

Africa Chiossan mette a disposizione gli strumenti agli allievi che ne fossero sprovvisti.

I corsi sono rivolti a tutti gli appassionati di musica e danza, ma anche agli insegnanti che vogliono conoscere la tradizione musicale e la cultura africana nei suoi molteplici aspetti.

Il corso di percussioni sarà tenuto dal maestro Moris Sene percussionista senegalese proveniente da Mbour (cittadina situata a sud di Dakar) e fondatore del Gruppo Musicale Africa Chiossan. Il gruppo ha tenuto numerosi concerti nel Veneto e Friuli Venezia Giulia ed ha inciso due album. Il corso di danze sarà tenuto dal maestro senegalese Joel Diambang ballerino, coreografo, cantante del gruppo Assukaten. Proveniente dalla regione di Casamance nel sud del Senegal, Joel ha partecipato a festival internazionali di musica africana, ha ricevuto vari premi come ballerino, ha inciso due album, ha tenuto l’apertura al Concerto per la Pace in Casamance di Youssou Ndour e Viviane Ndour con il gruppo Assukaten. L’Associazione organizza tra le varie attività laboratori di danza e percussioni rivolti alle scuole di ogni ordine e grado e viaggi per visitare il Senegal in modo alternativo.

L’iscrizione sarà effettuata la prima serata del corso

per info: Susanna 329 8564943

334 7672254 Africa Chiossan

mail:

rootsafr@libero.it

 

Per Vittorio Arrigoni, umano giusto

Non c’è neppure stato il tempo di iniziare a mettere in fila le firme sul primo appello per la sua liberazione, che arrivavano a valanga nella notte da ogni angolo di Italia.
Vittorio Arrigoni è stato ucciso a Gaza, a trentasei anni, poche ore dopo il suo sequestro.
Ogni giorno per anni ci ha raccontato la lotta per la sopravvivenza di due milioni di persone rinchiuse nell’assedio, bombardate, affamate, umiliate.
Aveva scelto di stare all’inferno per aiutare a rompere il silenzio.
Aiutava con immagini e parole, indipendenti e imparziali come la vita vera, chi volesse raccontare la verità.
A parte pochissimi, nessuno guarda a Gaza. E’ diventata ormai un buco nero nella cronaca e nella politica.
Una gigantesca macchia oscura nell’etica e nella morale collettiva, impastata di indifferenza e di enormi complicità con l’orrore.
Vittorio è morto ammazzato. La sua morte oggi strappa il velo sulla Striscia e parla.
Che possa parlare davvero a tutti, Vittorio, anche ora che non c’è più.
Che semini ancora l’insopportabilità dell’ingiustizia, delle doppie misure, dell’ipocrisia in cui viviamo immersi.
Abbracciamo i familiari, l’International Solidarity Movement, gli amici.
Ringraziamo le autorità palestinesi che si sono adoperate per la sua liberazione
Siamo a fianco della popolazione di Gaza e dei giovani che si sono mobilitati per salvagli la vita.
Rinnoviamo l’impegno contro l’assedio, contro l’occupazione israeliana, per una pace fondata sulla giustizia.
Continuiamo l’azione politica, culturale e umanitaria per rompere l’isolamento di Gaza.
L’omicidio di Vittorio non sia utilizzato come ulteriore pretesto per impedire la presenza nell’area di volontari, cooperanti e testimoni.
Restiamo umani, ci ha sempre ripetuto Vittorio. A qualunque latitudine, facciamo parte della stessa comunità.
Ogni uomo, ogni donna, ogni piccolo di questo pianeta, ovunque nasca e viva, ha diritto alla vita e alla dignità.
Gli stessi diritti che rivendichiamo per noi appartengono anche a tutti gli altri e le altre, senza eccezione alcuna.
Restiamo umani, anche quando intorno a noi l’umanità pare si perda.

“Un fiore per il partigiano”

Lunedì 25 aprile dalle ore 12:30

nel parchetto in via Volta a Grizzo di Montereale Valcellina

 (direzione Centrale A. Pitter)

 

UN FIORE PER IL PARTIGIANO

Festa popolare partigiana

Pranzo con musica dal vivo, racconti e testimoninze della Resistenza

In collaborazione con:

In caso di pioggia l’iniziativa si svolgerà presso i locali del Circolo!

Pagina 10 di 28« Prima...89101112...20...Ultima »