search
top
Currently Browsing: Solidarietà

Filò Partigiano

Comitato per il 25 aprile - Pordenone
in collaborazione con:
Circolo ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina
A.N.P.I.– Pordenone e Belluno
Comune di Montereale Valcellina (PN)

presentano

Sabato 18 aprile ore 18,30
presso la sala Menocchio
di Montereale Valcellina (PN)

Filò Partigiano
racconti e musiche della Resistenza

Incontro tra i protagonisti della lotta di Liberazione al nazifascismo,
che, come secondo la tradizione dei filò contadini di un tempo, ci
racconteranno della loro vita durante il fascismo, la partecipazione alla
Resistenza, la Costituzione ed il dopoguerra. Il tutto intrervallato dalle
canzoni che hanno accompagnato le loro gesta.

Parteciperanno:
Moderatore:Luciano Padovani (ANPI Belluno)
I Partigiani: Giacomo Coppe, Ida Coppe,Albino Melanco
Moderatore:Sigfrido Cescut (ANPI Pordenone)
I Partigiani:Manlio Simonato,Piasentin Antonio
Musicisti: Paolo “Papi” Giacomello, Giacomo Zanier

Il Comitato vi invita a “Resistere” il 25 aprile a Pordenone…
e sabato 2 maggio tutte/i in Casera Ditta a Erto (PN) per l’annuale appunta-
mento che ricorda la nascita del Battaglione Ferdiani!

per info: comitatoperil25aprile@gmail.com

Aiutiamoli!

 

Qui sotto trovate le informazioni per aiutare attivamente le popolazioni colpite dal terremoto in Abruzzo:

L’Arci lancia una sottoscrizione per l’emergenza terremoto in Abruzzo

Questi i dati del conto corrente su cui effettuare i versamenti:

 
Iban - IT 32   K 05018 03200 000000128000
Intestato a:
Associazione Arci - Emergenza Terremoto Abruzzo
Via  dei Monti di Pietralata, n.16 00157 Roma
 
Anche Arcigay, Arci Caccia, Udu e Rete degli Studenti hanno deciso di far convergere il loro impegno sulla campagna di raccolta fondi dell’Arci.
 
Mentre le notizie che arrivano dall’Abruzzo diventano di ora in ora più drammatiche, i circoli e i comitati della rete Arci si stanno mobilitando per iniziative di solidarietà e di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto. La presidenza nazionale è in costante contatto con i dirigenti abruzzesi e con la Prociv, l’organizzazione della Federazione Arci che si occupa di protezione civile ed ha già inviato sul posto i propri operatori.

La situazione in Abruzzo è ancora molto confusa. Si sta provvedendo agli interventi di prima emergenza ma alcune frazioni sono ancora isolate. In queste prime ore è assolutamente necessario che intervenga solo personale organizzato e preparato in modo specifico per l’emergenza, non intralciando il lavoro delle strutture preposte a portare i primi soccorsi.

A partire dai prossimi giorni ci saranno molte altre necessità a cui rispondere, sia sul versante dell’aiuto concreto agli sfollati che su quello del sostegno e dell’assistenza, in particolare a bambini ed anziani, anche perché l’emergenza purtroppo durerà diversi mesi.
 
Possiamo fornirvi intanto due prime indicazioni per eventuali volontari disponibili a partire dai nostri comitati:
 
1.      La Prociv–Arci è da ieri a L’Aquila con 170 volontari. Stasera ci hanno assegnato la responsabilità di allestire un campo base in località Pianola, nei pressi di L’Aquila. Sarà un campo di tende. Terminato l’allestimento, serviranno volontari per la gestione del campo, preferibilmente formati in attività di protezione civile, ma anche per attività in cui non è richiesta particolare esperienza come la cucina, la somministrazione dei pasti e altri servizi ausiliari.
 
2.      Anche il settore Protezione civile di Legambiente sta organizzando una colonna di volontari. Si tratta di un intervento di supporto alle azioni del dipartimento di protezione civile, che non richiede esperienze e professionalità particolari. La partenza è prevista entro le prossime 48h ed ognuno dovrà essere fornito di scarpe antinfortunistiche, guanti e sacco a pelo, e se possibile di mezzi propri per raggiungere il posto.
 
Chi intendesse proporsi per queste attività dovra’ segnalarci la propria disponibilità inviando una mail con i propri riferimenti e il proprio curriculum, scrivendo a udine@arci.it .
 
Inoltre vi invitiamo ad organizzare nei vostri circoli iniziative di solidarieta’, anche solo semplicemente predisponendo una cassettina per la raccolta fondi.
 
Per ora è tutto, seguiranno altri aggiornamenti.
 
 
ARCI Comitato Territoriale di Udine
via Val d’Aupa, 2
33100 UDINE
tel. 0432/526260
e-mail udine@arci.it

 

Rifondazione Comunista sta organizzando Brigate di solidarietà attiva con le popolazioni colpite dal terremoto.
La Federazione Prc di Pescara (via F. Tedesco, 8) funzionerà come centro di raccolta materiali e di accoglienza per gli evacuati.
Singoli o strutture che abbiano la possibilità di accogliere gli sfollati sono pregati quindi di chiamare il numero 085.66788

Chiunque volesse partecipare all’organizzazione dei soccorsi può chiamare:

Federazione Prc Pescara: 085.66788 (accoglienza evacuati)
Richi: 339.3255805 (generi di prima necessità come acqua, pasta, latte UHT, biscotti)
Marco Fars: 334.6976120
Francesco Piobbichi: 334.6883166
o spedire una mail al seguente indirizzo:
piobbico@hotmail.com

Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Servono generi di prima necessità (acqua, pasta, latte UHT, biscotti), coperte, tende, gazebo e materiale utile alla rimozione delle macerie

ATTENZIONE! Facciamo un appello a tutti coloro che stanno partendo per portare il loro soccorso: non partite senza aver prima chiamato i numeri messi a disposizione, venite attrezzati e soprattutto autosufficienti sia per quanto riguarda il vitto che l’alloggio.

Se volete invece mandare un contributo economico potete spedirlo a:

Conto Corrente Bancario
RIFONDAZIONE PER L’ABRUZZO
IBANIT32J0312703201CC0340001497

La priorità assoluta in queste ore è DONARE IL SANGUE

Construir al Sur

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTASINISTRA EUROPEA

GIOVANI COMUNISTE/I

Federazione Provinciale di Pordenone

 

ASSOCIAZIONE ARGENTINAVIENTOS DEL SUR” - UDINE

 

presentano:

 

 

Venerdì 10 aprile 2009, alle ore 20:45

Casa del Popolo in Via Carnaro, 10 a Torre (PN)

 

 

“Construir al sur”

 

Presentazione del progetto di cooperazione internazionale “dal basso”, a sostegno del Movimiento Territorial de Liberaciòn in Argentina, per la costruzione di una radio nel quartiere autogestito “Villa 21” a Buenos Aires e per la mensa infantile nel barrio “El Pozo” di Santa Fe.

 

 

Intervengono:

 

Fabio A. BeuzerAss. argentina “Vientos del Sur” – Udine

che ci parlerà dell’MTL e della situazione in Argentina

Marco Consolo - responsabile PRC America Latina

racconterà del nuovo vento che soffia nel continente

 

Seguirà un piccolo rinfresco solidale

 

 

Per informazioni: rifcompn@libero.it, PRC FVGwww.rifondazione.org

 

Aderiscono all’iniziativa: Circolo ARCI “Tina Merlin” di Montereale Valcellina (PN), Ass. Naz. Italia-Cuba Circolo “Gino Donè” – Pordenone, Sezione Sanvitese dell’Associazione Immigrati di Pordenone

CGIL: manifestazione a Roma sabato 04 aprile

Associazione Nazionale di amicizia Italia-Cuba Circolo pordenonese


  

 

 

 

 

Giovedi, 9 Aprile 2009 alle ore 20,30,presso la

Casa del Popolo di TORRE (PN),

 si terrà la riunione del nostro Circolo per discutere i seguenti ordini del

giorno:

*Preparazione e organizzazione della annuale FIESTA CUBANA, nei

mesi di Giugno / Luglio.

* Organizzazione del cineforum.(ottobre).

* Gestione raccolta materiale di solidarietà con CUBA.

* Riepilogo della registrazione del Circolo con sede legale a Montereale e gestione della raccolta di materiale informativo e audiovisivo da tenere

nella sede del Circolo a disposizione degli iscritti.

Ricordiamo che l’assemblea è aperta oltre che ai soci, anche a tutte le persone solidali verso CUBA.

Inoltre,visto l’importanza degli impegnativi argomenti,si raccomanda

sopratutto la presenza di tutti gli iscritti del Circolo.

 

Il segretario

Michele Russo

 

***RICORDATEVI CHE CIASCUNO DI NOI, DA SOLO,

NON VALE NULLA.

ERNESTOCHE” GUEVARA.

Per non dimenticare…

24 marzo 1976: golpe militare in Argentina.

24 marzo 1999: attacco militare della NATO in Serbia

L’aggressione agli studenti romani e la complicità di Cgil e PD

Gli scontri alla Sapienza

La selvaggia aggressione di oggi a Roma ai danni degli studenti che volevano uscire dall’Università per protestare contro la politica scolastica governativa - che ha provocato numerosi feriti tra ragazzi/e inermi a cui va la nostra totale solidarietà - è stata materialmente condotta da “forze del disordine” istigate da un ministero degli Interni che sembra garantire copertura ad ogni violenza poliziesca. Ma gli strumenti politici per l’aggressione sono stati forniti anche da tutti i partiti della opposizione parlamentare (PD in prima fila), nonchè dai sindacati concertativi (Cgil in prima fila), che hanno sottoscritto un dittatoriale Protocollo per vietare a Roma qualsiasi forma di protesta che non si svolga in sei piazze prestabilite e in sei itinerari. Secondo il Protocollo non si potrebbe protestare davanti a ministeri, uffici pubblici, sedi aziendali o padronali, Parlamento e sedi politiche: insomma, non si potrebbe portare il conflitto davanti alle sedi delle “controparti”. La motivazione dell’intralcio al traffico è totalmente fasulla: gran parte del centro storico è pedonalizzato o riservato al solo traffico dei residenti (clamoroso il divieto al Parlamento e al Senato, al Campidoglio o a Piazza Navona, tutte zone vietate al traffico). In realtà si vuole impedire che si manifesti ogni forma di conflitto nelle strade, in linea con il tentativo di vietare lo sciopero nei servizi pubblici, nel timore di una valanga crescente di proteste di fronte alla sempre più micidiale crisi. Ma il governo ha trovato la complicità e collaborazione di Cgil, Cisl, Uil nonchè del PD, IdV e degli altri partiti di opposizione che, mentre fingono di protestare contro i progetti liberticidi berlusconiani, si fanno portatori del più brutale attacco al diritto di manifestare degli ultimi 60 anni. Suona insopportabilmente ipocrita il comunicato di solidarietà agli studenti da parte di una Cgil senza la cui firma il Protocollo non sarebbe stato proponibile e che fino a ieri lo ha difeso in comunicati e interviste. I Cobas, insieme alle altre forze del Patto di Base (Cub e SdL) si sono già rifiutati di accettare i diktat polizieschi in occasione delle manifestazioni dei lavoratori Telecom e di quelli dei Trasporti: e continueranno così per far saltare l’ignobile Protocollo e aiutare i cittadini/e romani a riconquistare rapidamente il diritto di manifestare liberamente.
 
COBAS – Comitati di Base della Scuola  

Ecco le immagini: http://www.youtube.com/watch?v=zNeqV5GmUEA

Noi non segnaliamo!

17 marzo 2009      giornata nazionale

noi non segnaliamo

“divieto di segnalazione”

 

La Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) attraverso i Gruppi Immigrazione e Salute (GrIS), in collaborazione con Medici Senza Frontiere, Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione, Osservatorio Italiano sulla Salute Globale, organizza una giornata di protesta e mobilitazione contro il disegno di legge sulla sicurezza in discussione alla Camera dei Deputati che prevede la cancellazione del divieto di segnalazione per gli immigrati senza permesso di soggiorno che si rivolgono alle strutture sanitarie per curarsi.

 

 

Hanno espresso posizioni contrarie al provvedimento: Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri (FnOMCEO), Federazione Nazionale Collegi Infermieri (IPASVI), Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche (FNCO), Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali (CNOAS).

 

 

NO ALLA SEGNALAZIONE DEGLI IMMIGRATI IRREGOLARI

CHE RICORRONO ALLE CURE SANITARIE

 

NO ALLA CLANDESTINITA’ SANITARIA

 

LA SALUTE E’ UN DIRITTO DELLA PERSONA

art. 32 della Costituzione

 

 

NON OSTACOLARE L’ACCESSO ALLE CURE

E’ UNA  TUTELA PER LA SALUTE DI TUTTI

 

FIRMA ANCHE TU L’APPELLO

AL TAVOLO ALLESTERNO DELLOSPEDALE DI PN DALLE 8.00 ALLE 12.30

 

TROVIAMOCI ALLE ORE 17.30

SIT-IN In PIAZZA CAVOUR

INSIEME A MEDICI,INFERMIERI,ASS.SOCIALI,IMMIGRATI

 

OPERATORI DELLA SALUTE - COMITATO DI PORDENONENOI NON SEGNALIAMO

FIPVia Carnaro10Pordenone17.03.09

“Donna e politica”

 Circolo ARCI “Tina Merlin” - Montereale Valcellina

Associazione argentina “Vientos del Sur” - Udine

Associazione Culturale “Tina Merlin” - Belluno

Legambiente – Circolo “Prealpi carniche”

In collaborazione con:

 

Comune di Montereale Valcellina (PN), Biblioteca Civica

Circolo Culturale “Menocchio”

 

Presentano:

 

“Donna e politica”

 

Sabato 21 marzo alle ore 17:30 - Sala Roveredo di Palazzo Toffoli:

 

Presentazione del libro “Memoria del buio” ed. Sperling&Kupfer 2008

 

locandina_libro_cambiable2

 

 A 33 ANNI DAL COLPO DI STATO IN ARGENTINA:

una raccolta di testimonianze femminili durante la dittatura militare.

 

Con Estela Robledo (ex detenuta politica argentina)

e Fabio Beuzer (Ass. Vientos del Sur - Udine)

 

A seguire, presso il Circolo ARCI”Tina Merlin”, cena di solidarietà a sostegno della mensa infantile del quartiere “El pozo” di Santa Fe (Argentina), gestita dall’M.T.L.

 

Venerdì 27 marzo alle ore 20:45 - Sala Menocchio:

 

“Tina Merlin e la montagna”

 

La vita di Tina Merlin e l’impegno per la montagna come laboratorio di uno sviluppo sostenibile.

 

incontro con Adriana Lotto (Ass. Culturale “Tina Merlin” - Belluno)

Festa del tesseramento 2009 Ass. Italia-Cuba

 

Circolo “Gino Donè” - Pordenone

 

 Festa del tesseramento 2009

 

 Il 7 Marzo 2009 presso la sede del Circolo ARCI “Tina

Merlin” a Montereale Valcellina (PN), in via M Ciotti 11si terra la festa del tesseramento del circolo nascente “pordenonese Gino Donè” dell’Associazione Nazionale d’amicizia Italia-Cuba.

 

 

Alle ore 18 incontro di conoscenza con aperitivo e

musica cubana ed eventuali tesseramenti;

alle 19.30 spaghettata (8 euro) su prenotazione;

alle 20.30 proiezione del video di Gino Donè.

 

 

interverrà alla festa Sergio Marinoni, segretario

nazione dell’Associazione Nazionale d’amicizia Italia-cuba

L’invito è aperto ai soci e simpatizzanti o amici

dell’associazione.

Pagina 11 di 14« Prima...910111213...Ultima »