search
top
Currently Browsing: Cultura

Dalla cultura della Resistenza alla resistenza della cutura

Domenica 2 Maggio 2010

LE TERRE ALTE, LA MONTAGNA, CON LA SUA CULTURA E LA SUA GENTE.
PAESI DOVE SCIAREFACILE , NEVE E IMPIANTI SONO OVUNQUE
STUDIAREPIÙ DIFFICILE , LE SCUOLE SONO A VALLE.
ELICOTTERO SOCCORRE GLI ESCURSIONISTI OGNI GIORNO,
IL MEDICO CONDOTTOPER POCHE ORE ALLA SETTIMANA.
IL SOUVENIR E´ A BUON MERCATO, MA PER IL PANE SI SCENDE A VALLE.
OGGI, VIVERE IN MONTAGNA, E´ PIÙ CHE MAI RESISTENZA.

Domenica 2 Maggio ne parleremo con Fausto De Stefani

Il Grande alpinista non parlerà delle sue salite alle 14 montagne più alte della Terra, ma racconterà delle persone che vivono ai piedi di quei monti. Ci parlerà del suo impegno nei loro confronti, impegno che lo ha portato a spendere la sua fama alpinistica e il suo tempo libero per aiutare quelle popolazioni ad avere ciò che dà dignità all’uomo.

Non turismo, non agenzie di viaggi con servitù locale specializzata, solo istruzione e sanità.

QUEST´ANNO IL COMITATO CASERA DITTA DEDICAANNUALE RADUNO DEI RESISTENTI AL SUPPORTO DEL PROGETTO RARAHIL MEMORIAL SCHOOL, LA FONDAZIONE CHE STA COSTRUENDO STRUTTURE SCOLASTICHE E SANITARIE A KIRTIPURNEPAL.

Ulteriori informazioni su facebook: comitato casera ditta

Tra queste righe il Comitato Casera Ditta vuole esprimere la sua piena solidarietà a Gino Strada e ad Emergency per quanto sta succedendo in questi giorni in Afghanistan. (continua…)

25 APRILE 2010

La Liberazione è la nostra Costituzione
 
L’Arci dedica questo 25 aprile a Gina Borellini e a tutte le donne
che hanno contribuito a liberare l’Italia


 
PER NON TORNARE INDIETRO
Per costruire un Paese migliore
 
Questo 25 aprile cade in un momento particolarmente difficile, non solo per la grave crisi culturale, ambientale, economica e sociale che investe il Paese ma anche per i continui attacchi cui è sottoposto il nostro ordinamento democratico e costituzionale.
 
Forse mai come oggi è necessario tornare alle ragioni che animarono la lotta di Liberazione per ritrovare le basi morali delle tante resistenze che ci devono vedere impegnati: occorre resistere alle guerre, alla violenza, alla povertà, alle ingiustizie, al disastro ambientale, al razzismo, all’imbarbarimento culturale, all’arroganza del potere, al degrado dell’etica pubblica. (continua…)

Contro la privatizzazione dell’acqua

giovedì 22 aprile ore 20,45
Montereale Valcellina – salaMenocchio

DIFENDIAMO I NOSTRI BENI COMUNI

(acqua, aria, energia pulita)

SOSTENIAMO I REFERENDUM CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DELLACQUA, il nucleare, la precarietà e l’assenza di diritti nel lavoro.

Confronto pubblico con:

-Marco BERSANI, Attac, Comitato Promotore nazionale referendum per acqua pubblica.
-Maria CAMPESE, segr. naz. Rifondazione Comunista.

Dibattito con invito a cittadine/i, associazioni, comitati,forze sociali e politiche, ambientaliste.
Promosso da:
Circolo Arci “Tina Merlin”, Associazione culturale il Menocchio, Legambiente - Prealpi Carniche, Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra PORDENONE.

http://www.facebook.com/event.php?eid=113839538644220

Varechine

 

Biodiversità e OGM

Continua il corso di djembè e danze africane

 

Associazione Culturale Africa Chiossan

 

presenta:

 

 

Corso di djembè  e corso di danza africana 

 

L’Associazione Culturale Africa Chiossan organizza a Montereale Valcellina (Pn) presso la Sala Polifunzionale in via Stazione (a fianco della Palestra Comunale) un Corso di djembè (percussioni) e un Corso di danza africana. 

 

 

 

I corsi continueranno dal giorno giovedì  29 aprile 2010:

 

Corso di danza dalle 20:00 alle 21:00

 

Corso di Djembè  dalle 21:00 alle 22:30 

 

I corsi avranno la durata di 10 lezioni con cadenza settimanale.

 

Africa Chiossan mette a disposizione gli strumenti agli allievi che ne fossero sprovvisti. 

 

 

 (continua…)

“Donne e Madri… per la Resistenza, la giustizia e la memoria”

Carovana welfare

Sarà organizzata una sorta di carovana sul welfare che utilizzi il treno come mezzo di trasporto: il treno come strumento che raccorda, la stazione come luogo di incontro e di viaggio.
Nel corso della mattina i gruppi aderenti alla campagna del Friuli Venezia Giulia si attiveranno per un punto informativo e di volantinaggio da allestire in ogni stazione ferroviaria.
Al passaggio del treno, che partirà da Pordenone con fermate intermedie a Udine (11,53) e Gorizia (12,19), i partecipanti alla mobilitazioni saliranno in direzione Trieste (13,04).
Oltre ad un punto informativo, nelle quattro stazioni si terrà una breve conferenza stampa.
Dove: presso le stazioni ferroviarie di Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste
Quando: 27 febbraio 2010
Contatto: Anna Martini, segreteria.fvg@cnca.it

Friuli
Udine

Se Gesù fosse nato nell’Italia 2000

BRESCIA - A Coccaglio la caccia ai clandestini si fa in nome del Natale. L’amministrazione di destra - sindaco e tre assessori leghisti, altri tre Pdl - ha inaugurato nel piccolo comune bresciano l’operazione “White Christmas”, come il titolo della canzone di Bing Crosby, usato per ripulire la cittadina dagli extracomunitari.
Un nome scelto proprio perché l’operazione scade il 25 dicembre. E perché, spiega l’ideatore dell’operazione, l’assessore leghista alla Sicurezza Claudio Abiendi “per me il Natale non è la festa dell’accoglienza, ma della tradizione cristiana, della nostra identità”.
Brescia, il comune di Coccaglio lancia l’operazione “White Christmas”
I vigili casa per casa a controllare gli extracomunitari
Un bianco Natale senza immigrati
Per le feste il comune caccia i clandestini
Obiettivo: “Far piazza pulita” dice il sindaco. E l’assessore alla Sicurezza afferma
“Natale non è la festa dell’accoglienza ma della tradizione cristiana”
Quindi, se al posto di 2000 anni fa succedesse adesso,
il Natale sarebbe potuto essere così…
25 dicembre 2009: “Trovato neonato in una stalla. La polizia e i servizi sociali indagano. Arrestati un falegname e una minorenne”. L’allarme è scattato nelle prime ore del mattino grazie alla segnalazione di un comune cittadino (obbediente all’invito del ministro Maroni): aveva scoperto una famiglia accampata in una stalla. Al loro arrivo gli agenti di polizia, accompagnati da assistenti sociali, si sono trovati di fronte ad un neonato avvolto in uno scialle e depositato in una mangiatoia dalla madre extracomunitaria, tale Maria H. di Nazareth, appena quattordicenne.
Al tentativo della polizia e degli operatori sociali di far salire la madre e il bambino sui mezzi delle forze dell’ordine, un uomo, successivamente identificato come Giuseppe H di Nazareth, ha opposto resistenza spalleggiato da alcuni pastori e tre stranieri presenti sul posto. Sia Giuseppe H. che i tre stranieri, risultati sprovvisti di documenti di identificazione e permesso di soggiorno, sono stati tratti in arresto.
(continua…)

“Carta dei sentieri di Montereale Valcellina”

Pagina 10 di 15« Prima...89101112...Ultima »