search
top

25 APRILE 2010

La Liberazione è la nostra Costituzione
 
L’Arci dedica questo 25 aprile a Gina Borellini e a tutte le donne
che hanno contribuito a liberare l’Italia


 
PER NON TORNARE INDIETRO
Per costruire un Paese migliore
 
Questo 25 aprile cade in un momento particolarmente difficile, non solo per la grave crisi culturale, ambientale, economica e sociale che investe il Paese ma anche per i continui attacchi cui è sottoposto il nostro ordinamento democratico e costituzionale.
 
Forse mai come oggi è necessario tornare alle ragioni che animarono la lotta di Liberazione per ritrovare le basi morali delle tante resistenze che ci devono vedere impegnati: occorre resistere alle guerre, alla violenza, alla povertà, alle ingiustizie, al disastro ambientale, al razzismo, all’imbarbarimento culturale, all’arroganza del potere, al degrado dell’etica pubblica.
 
Di fronte ai tentativi di snaturare la nostra democrazia in senso autoritario e populista,   va difesa con forza la Costituzione che ha caratterizzato l’identità della nostra Repubblica, sancendo che tutti i cittadini nascono liberi ed uguali, portatori di diritti sociali, civili e politici che sono universali.
 
La storia ci ha insegnato che la democrazia non è data una volta per tutte, va curata ed alimentata continuamente, anche facendo della memoria collettiva e della conoscenza critica un bene comune da mettere al servizio della crescita umana e civile di tutte e tutti.
 
L’Arci affonda le sue radici nella tradizione delle Case del popolo e delle Società di mutuo soccorso, luoghi di partecipazione e di solidarietà che durante il ventennio fascista furono distrutti, chiusi, espropriati. Nel dopoguerra, grazie al lavoro volontario di tante donne e uomini, quelle strutture furono ricostruite e riaperte, riacquisendo il loro carattere di luoghi della socialità e della cittadinanza attiva.
Per noi, che non  vogliamo dimenticare da dove veniamo, il 25 aprile ha sempre avuto un particolare valore simbolico e morale.
Quest’anno abbiamo deciso di dedicarlo a Gina Borellini (partigiana, medaglia d’oro al valor militare) e a tutte le donne che hanno contribuito a liberare l’Italia dall’oppressione nazifascista.
In tutta Italia le nostre strutture territoriali hanno organizzato centinaia di iniziative, che hanno al centro il tema della memoria come valore da custodire, per rintracciarvi le radici e l’identità del Paese (l’elenco sul sito www.arci.it).
 
Per non tornare indietro, per costruire un paese migliore.
 
Roma, 23 aprile 2010

Manda una risposta