search
top

KALIFOO GROUND MUSIC SYSTEM in concerto

 

watch?v=Szqw0yMHP-E 

 

Castelvolturno, 18 Settembre 2008: un commando camorristico guidato da Giuseppe Setola spara 150 colpi di kalashnikov contro un gruppo di immigrati che si trovano lì per caso: ne uccide sei.

Una strage.

La strage di San Gennaro.

Cinque ragazzi non ci stanno e cominciano ad alzare il volume dei propri microfoni a colpi di rap; italiano, inglese, francese e dialetti africani, tutto condito da ritmi reggae rigorosamente in levare.

Una posse di neri e di italiani: i Kalifoo Ground Music System. Il nome che hanno scelto ricorda la vita dei clandestini e degli “schiavi a giornata”, in fila ogni giorno per qualche ora di lavoro mal pagata, e i loro testi sono il megafono di un intera comunità.

KALIFOO è il termine con il quale gli immigrati vengono etichettati in Libia durante il loro soggiorno di transito verso l’Italia, significa “schiavo a giornata”. KALIFOO GROUND, letteralmente “terreno dove trovare i kalifoo”, è il posto dove la mattina alle 4 gli schiavi a giornata vanno a farsi  tirare su dai caporali. 

12 ore di lavoro nei campi o nei cantieri per una paga da fame: 25 euro al giorno.

Nell’area di Castel Volturno i maggiori Kalifoo Ground sono a Giugliano, Licola, Aversa, Villa Literno, Cancello, generalmente dove ci sono delle rotonde. 

Nati il 18 Settembre 2008 (giorno della strage di camorra a Castelvolturno, che vide l’uccisione di 6 immigrati africani), hanno all’attivo oltre 50 date in tutta Italia e numerosi servizi sui principali media nazionali (Rai3, Rai International, Repubblica, Radio3, XL, Radio Popolare, Il Corriere del Mezzogiorno)

Nel 2010 partecipano al film Il Sangue Verde di Andrea Segre, vincitore del premio CinemaDoc alla 67^Mostra del Cinema di Venezia.

A Gennaio 2011 è uscito uno speciale sul gruppo all’interno di XL-Repubblica con foto di Mario Spada.

Hanno partecipato alle riprese e alla colonna sonora di Piazza Garibaldi, prossimo film di Davide Ferrario in cartellone alla Mostra del Cinema di Venezia 2011.

Dal 18 Maggio è disponibile il loro primo videoclip: No heaven for us.

 

 

Manda una risposta